Precauzioni dopo lo sbiancamento dei denti

Si può avere un sorriso bianco e splendente anche dopo una breve visita dentistica. Inoltre c’è la possibilità di scegliere tra diversi metodi casalinghi e “fai da te” anche se questi sistemi danno un risultato meno efficace. Nella maggior parte dei casi si nota solo un leggero miglioramento.

Metodi per lo sbiancamento dentale

Metodi per lo sbiancamento dentale 

Prima di prendere una decisione riguardo lo sbiancamento dei denti si consiglia di consultare un dentista. Questo passo è molto importante per trovare la soluzione migliore per ogni paziente. Lo sbiancamento dentale è privo di rischi per la salute e non danneggia gli impianti dentali. Ma in caso di presenza di carie potrebbe provocare danni ai nervi nella cavità pulpare oppure alcuni rimedi casalinghi potrebbero far male alle gengive.
Con una seduta professionale dal dentista il risultato sarà ottimo ed immediato. Certamente si può scegliere anche tra i diversi trattamenti “fai da te” che, come scritto prima, sono più economici ma meno efficaci.

Dopo lo sbiancamento dei denti 


Dopo essersi sottoposti a questo trattamento bisogna fare maggior attenzione alla cura dell’igiene orale ed evitare alcuni cibi particolari per mantenere il risultato ottenuto. Ma quali sono esattamente le precauzioni da seguire?

Sensibilità dentale dopo lo sbiancamento 


Per qualche giorno dopo la seduta sbiancante i denti potrebbero essere più sensibili del solito. Ma non c’è motivo di spaventarsi, bisogna solo seguire scrupolosamente le istruzioni del dentista per proteggere i denti. Innanzitutto occorre evitare cibi e bevande acidi, troppo caldi o freddi.

Quali sono i cibi da evitare dopo lo sbiancamento? 

Dopo la cura è necessario fare attenzione all’alimentazione per circa una settimana. Cibi e bevande che contengono coloranti o sono troppo colorati, sono da evitare (come frutta ed ortaggi scuri o con colori vivaci, salse, spezie, caffè e vino potrebbero macchiare nuovamente la dentatura). Dopo uno sbiancamento si fa la dieta “anticolori”. Si consiglia di consumare cibi e bevande “chiare” come i latticini, pollame, pasta, riso o patate.

L’igiene orale dopo lo sbiancamento? 

E’ meglio consultare il dentista riguardo la scelta dei prodotti per l’igiene orale dopo il trattamento. Si consiglia usare prodotti meno aggressivi e dentifrici per denti sensibili. Si raccomanda leggere l’elenco dettagliato delle sostanze sui dentifrici e colluttori perché anche questi prodotti potrebbero contenere coloranti.

L’igiene orale dopo lo sbiancamento?

Come mantenere i denti bianchi a lungo 

Anche se la seduta dal professionista porta risultati ottimi e immediati, mantenere i denti bianchi è un compito quotidiano che chiede un’igiene orale regolare e corretta. Ai giorni d’oggi questi trattamenti sbiancanti non portano nessun rischio alla salute dentale, comunque ripeterli troppo spesso potrebbe danneggiare lo smalto o le gengive. Si consiglia fare la terapia solo su denti sani oppure curati dal dentista. Confrontatevi con il dentista anche riguardo ai trattamenti casalinghi perché gli effetti potrebbero essere diversi per ogni paziente.
Lo sbiancamento dentale potrebbe essere eseguito di nuovo dopo qualche anno. Si raccomanda di non effettuare sbiancamenti “fai da te” più di due volte all’anno. Per mantenere il risultato a lungo bisogna fare attenzione alla corretta igiene orale, all’alimentazione sana ed al controllo periodico dal dentista!

Vedi le offerte attuali!
Per le tariffe dettagliate clicca qui!

Check up dentale + pulizia dei denti + kit di sbiancamento domiciliare adesso per sole £230 al posto di £359

L'offerta è valida dal 5 al 30 Luglio 2017.

Informazioni ulteriori

Prenota un appuntamento!





Prenota un appuntamento:

×