Recessione della gengiva

La recessione della gengiva è una condizione che affligge molti pazienti provenienti da differenti stili di vita. Essa, usualmente, cruccia i pazienti sopra i 30 anni, ed i pazienti con determinate caratteristiche sono piú idonei ad avere questi problemi.

 

 

La recessione della gengiva non è un problema solo perchè si mostra sgraziata ma anche perchè i denti lasciati non protetti sono piú soggetti a decadere e ciò può contribuire significatamente alla sensibilità dentale. Quì, in questo articolo discuterò gli effetti indesiderati negativi della recessione di gengiva, dando una breve lista delle condizioni di vita che possono portare a questa malattia poco piacevole.

 

Alcune parole riguardo le gengive

 

Le gengive sono come organi, quasi come la tua pelle. Esse sono fatte di maglie molto fitte e cellule iper reattive l’una tra l’altra, sono intersecate da capillari circolanti sangue e da nervi che sono alquanto sensibili. Esse fungono da protezione; coprono il cemento radicolare e le radici dei denti, le quali detestano essere vicine alla superficie, isolano i nervi dentali. Le gengive fungono da protezione anche grazie alla saliva secreta tramite le ghiandole salivari. E proprio come ogni organo, esse sono soggette a cambiamenti, si possono gonfiare quando infettate o ridurre se malate malignamente.

 

La recessione gengivale è un problema medico e non solo uno estetico. Essa lascia scoperta parte dei denti, che d’altra parte sarebbero protetti, così rimanendo soggetti all’attacco dei batteri. La malattia crea una secchezza boccale e la cavità orale in questo caso è meno abile nel combattere i microbi invasori. Essa causa inoltre sanguinamento della gengiva, non solo perchè la gengiva seccandosi si screpola, ma anche perchè il volume d’esse diminuisce e la densità dei capillari incrementa per centimentro cubico.

 

Cause comuni della recessione gengivale

 

1) Fumare: Il fumo causa il restringimento delle gengive, la nicotina è veleno, e le gengive fanno il loro meglio per sfuggire dall’entrare in contatto con ciò, questo materiale cancerogeno contiene nicotinoidi, benzolato e catrame.

 

2) Periodontite: Usualmente la periodontite causa il rigonfiamento delle gengive, ma gengive salutari potrebbero raggrinzirsi per via dei batteri che stanno entrando nel flussio sanguineo da vari punti, ad esempio una cavità di un dente. Usualmente se il restringimento è solo in una parte della gengiva, vi è un’infezione batteriologica che le gengive stanno cercando di contrastare.

 

3) Corone: La struttura metallica delle corone standard in metallo causa il raggrinzimento delle gengive. Questo avviene perchè ad esse non piace essere in contatto con materiali estranei.

 

4) Medicazione: Molte ”droghe”prescritte possono causare il raggrinzimento delle tue gengive, specialmente quelle che impongono l’acqua ad essere spinta fuori dalle cellule. Qualunque medicazione che causa la secchezza della tua bocca può causare un potenziale restringimento delle gengive.

 

 

Se stai notando che il tuo sorriso è piú provvisto di denti come dall’usuale, faresti meglio a consultare il tuo dentista. Trovare la causa del problema è l’unica maniera  per avere i passi successivi da prendere contro la recessione gengivale, ed i suoi effetti possono essere reversibili, per cui non devi accettare questo problema come irrisolvibile.

 

 

Image1.

 

Inizia il trattamente il prima possibile! Se prenoti un appuntamento durante i giorni feriali e prima delle ore 18, potrai ottenere una consultazione dentistica gratis!

L’offerta e’ valida fino al 30 Settembre 2018. 

Ulteriori informazioni