Tutto quello che c’è da sapere sull'anestesia dentale

Per cominciare una procedura dentale è necessario l'anestesia, che rende l'area trattata indolore durante l'intervento. In generale, non si tratta di un’anestesia totale. L'area trattata dopo l’anestesia è sensibile al tocco o alla pressione, senza sentire alcun dolore.

Tutto quello che c’è da sapere sull'anestesia dentale
Tutto quello che c’è da sapere sull'anestesia dentale

Materiale anestetico dentale

Il farmaco anestetico nell’iniezione può essere molto vario, il più comune è la lidocaina, che serve sia per l'anestesia locale che loco-regionale. Bisogna tenere presente che la lidocaina non è sempre applicabile, ad esempio, il suo utilizzo alle donne in gravidanza durante i primi 3 mesi non è particolarmente consigliato perché la lidocaina passa attraverso la placenta. Inoltre, non è indicato usarla per le aree infiammate e infette perché riducono la sua efficienza. Nel caso in cui siamo allergici alla lidocaina, facciamolo subito presente al dentista.
Ulteriori anestetici sono Ultracain D S Forte, che può essere utilizzato anche per le donne incinte e Mercain, che blocca le terminazioni nervose ed i muscoli.

Il procedimento dell’anestesia

Il dentista usa un ago per l’iniettare l'ingrediente attivo nell'area desiderata. Questo intervento non è doloroso, ma se comunque abbiamo paura del dolore, possiamo chiedere un gel anestetico che intorpidisce l'area. L'anestesia viene eseguita circa 15 minuti prima dell'intervento, che è il tempo necessario per ottenere l’effetto della sostanza.
Se l’intervento è maggiore, possiamo decidere sull'anestesia totale, in quel caso possiamo essere certi che davvero non sentiremo nulla. 

Tutto quello che c’è da sapere sull'anestesia dentale
Tutto quello che c’è da sapere sull'anestesia dentale

Ho paura dell’ago!

Certe volte succede che abbiamo più paura dell'iniezione che del trattamento stesso. In questi casi, è molto importante discutere con il nostro dentista che cosa esattamente accadrà e che tipo di dolore possiamo aspettare durante la terapia. Può capitare, ad esempio, che serve solo una piccola perforazione che richiede solo pochi secondi, ed in questo caso non è necessario nemmeno fare l’anestesia. Spesso è meglio evitare l’anestesia per non riempire troppo il nostro organismo con queste sostanze perché le loro elaborazione richiedono molto tempo.

Possibili effetti collaterali

L'anestesia stessa comporta solo un po' di dolore pungente, che passa circa un giorno dopo il trattamento. In quel arco di tempo ci sentiamo insensibile il nostro viso, e facciamo più fatica nel parlare. Facciamo attenzione che finché l'effetto dell’anestetico dura, non mangiamo perché potrebbe verificarsi un soffocamento. Anche nel bere bisogna fare molta cautela. Se abbiamo un appuntamento mattutino, assicuriamoci di fare colazione per evitare vertigini e nausea durante il giorno.
 

Impianti Nobel Biocare da 5,8£ al giorno!*
*Con finanziamento a tasso zero

L'offerta é ancora valida.​

Ulteriori informazioni