Non tutti sanno che...

Una semplice e corretta igiene orale inizia a casa, con la pulizia quotidiana dei denti, l’uso del filo interdentale e il collutorio. Queste cure sono le fondamenta per la prevenzione dentale, ma non bastano, anche perche’ spesso non sono seguite con accuratezza, e nei casi peggiori sono del tutto igrorate. I batteri proliferano in molti posti spazi dentali e interdentali e molte persone sanno che devono utilizzare il filo interdentale, ma per pigrizia non lo fanno, e proprio questa e’ una delle principali cause della carie dentale. I batteri riescono a proliferare facilmente negli spazi interdentali, distruggere lo smalto dentale e infettare la gengiva.

Prevenire e’ meglio che curare

La maggior parte delle persone e’ a conoscenza del pericolo di avere le gengive infiammate, e sa che bisogna tenerle pulite, anche se non lo fa, ma non tutti sanno che spazzolare la superficie della lingua e’ importantissimo per prevenire le patologie dentali.

La lingua

La presenza di batteri e rifiuti di cibo tendono a rendere il ph della bocca acido, per sopravvivere alla ph basico naturale della saliva che ha un’azione disinfettante, per mantenere una difesa costante contro l’insediamento dei patogeni.

igiene orale

Questo ph acido corrode il dente e ne facilita l’insediamento interno dei batteri causando la carie. I batteri infettano la tua lingua e ci proliferano comodamente, e senza lasciare segni visibile di infezione distruggono e corrodono i tuoi denti.

Rimedi

Pulisci la tua lingua con uno spazzolino speciale per rimuovere dalla superficie colonie di batteri e i detriti di cibo oppure, se ti sembra troppo complicato, utilizza il tuo spazzolino normale. I batteri che proliferano pero’ dentro il tessuto morbido della lingua purtroppo continuano a vivere indisturbati.

Il colluttorio

L’uso quotidiano del colluttorio previene la carie, la periodontite, l’alitosi penetrando in spazi accessibili solamente ai liquidi.

photo: 1.

Breve consultazione ortodontica a sole £ 27! 

L'offerta è valida fino al 30 settembre 2018.

Ulteriori informazioni