Il filo interdentale

Un giorno un paziente ha chiesto al proprio dentista quali fossero i denti da pulire con il filo interdentale, e la risposta del dottore e’ stata molto ironica ma diretta: “Solamente quelli che non vorrebbe vedere cadere”.

Questa e’ la pura e cruda verita’, infatti, se non pulisci bene i tuoi denti, usando anche il filo interdentale e il colluttorio, non potrai sbarazzarti dei batteri che popolano la tua bocca, sarai a rischio di periodontite, carie dentale,  e nei casi piu’ gravi perderai tuoi denti. Se vuoi salvare i tuoi denti devi farti aiutare dal tuo dentista ,che potra’ rimuovere il tartaro.

interdentale

A che cosa serve il filo interdentale

Il filo interdentale rimuove la placca dagli interstizi dentali, dove le setole dello spazzolino non arrivano. Impedisce ed ostacola la formazione del tartaro, impossibili da rimuovere mediante l'igiene dentale domiciliare. Ricordiamo brevemente che il tartaro può essere eliminato esclusivamente mediante la detartrasi. Il filo interdentale sfilacciato o rotto può indicare la presenza d'incrostazioni di tartaro, e in assenza di patologie dentali, se le gengive sanguinano dopo aver passato il filo interdentale significa che lo si sta utilizzando in modo scorretto.

Un adeguato e regolare utilizzo del filo interdentale previene anche l’alitosi.

Tecnica di utilizzo

Quando s’inserisce il filo interdentale bisogna fare attenzione a non lesionare ed irritare la gengiva. Bisogna abbracciare il dente con il filo interdentale, e far scivolare il filo verso il basso, ossia verso l'estremità della corona del dente, imprimendo sempre un certo attrito fino a pulire il dente anche al di sotto del margine gengivale. In questo modo il filo interdentale puo’ rimuovere efficacemente la placca.

image: 1.

Una consulenza ortodontica estesa a soli 85 GBP

L'offerta é ancora valida.

 
Informazioni ulteriori