I rumori inquietanti della notte

grinding-soundPurtroppo non è solo un modo di dire: per colpa della crisi sempre piu’ italiani stringono i denti e soffrono di bruxismo. Ormai il 10% della popolazione italiana digrigna i denti, in modo involontario, durante il sonno soprattutto notturno. L’Associazione nazionale dei dentisti italiani conferma che si tratta di una patologia in crescita che ha origini nervose. Il danno principale derivante da questo fenomeno medico è l’accentuata usura dei denti, che entrano in contatto in modo innaturale e, alla fine, finiscono per consumarsi. Chi digrigna, quando si sveglia, puo’ anche accusare forti emicranie, dolori ai muscoli della mandibola e del collo.

Il bruxismo: il rumore dei denti

Il problema principale consiste nel fatto che solamente pochi pazienti si rendono conto di questo disturbo notturno. Gli episodi di bruxismo generalmente non durano più di dieci secondi e, proprio perché si verificano di notte, possono passare inosservati. Digrignare è come masticare ma senza cibo e in questo modo, anche se lentamente, lo smalto puo’ rovinarsi. Il rimedio e’ un classico apparecchio passivo chiamato “bite”, che evita lo sfregamento e riduce i dolori alla mandibola. Il bite deve essere progettato da un dentista e fatto esattamente a misura della bocca del paziente per rilassarne la muscolatura.

Le cause del bruxismo

Ci sono diverse ricerche per scoprire le cause del bruxismo, ma i risultati non sono ancora evidenti: oltre allo stress conclamato, ci potrebbe essere una correlazione con il consumo di alcool e di bevande contenenti caffeina, la pressione arteriosa e anche una scorretta postura. La postura è molto importante perche’ camminare o stare seduti con la schiena curva e’ spesso causa di una chiusura sbagliata dei denti, e digrignarli potrebbe essere una compensazione notturna del problema posturale.

immagine: 1.

Inizia il trattamente il prima possibile! Se prenoti un appuntamento durante i giorni feriali e prima delle ore 18, potrai ottenere una consultazione dentistica gratis!

L’offerta e’ valida fino al 30 Settembre 2018. 

Ulteriori informazioni