Denti sensibili: cause e trattamento

Una goccia di té caldo l’inverno o un po’ di gelato l’estate per voi non significa un momento di gioia di più, perché provate un dolore lancinante causato dal cambiamento improvviso di temperatura? 

La sensibilità dei denti è un problema così comune che si può parlare di epidemia. Generalmente è un sintomo di un altro problema, che di solito si associa allo smalto o alla dentina dei denti, e così è pericoloso sottovalutarla. Tuttavia, la sensibilità o ipersensibilità dentale è sempre il risultato di una reazione eccessiva del nervo dentale ad un stimolo esterno, e di solito significa che il nervo dentale si trova a non essere più coperto dallo smalto (a livello della corona) o dalla gengiva (a livello della radice). di seguito elenchiamo alcuni casi di sensibilità dei denti e come risolverli.

La dentina

La dentina è uno strato di tessuto molle all'interno del dente, è coperta e custodita dallo smalto duro e abbraccia ed isola il nervo. La dentina è piena di piccoli tubuli riempiti da un liquido, e quando subiscono una pressione, il nervo dentale invia una reazione di dolore al cervello. 
La pressione o un improvviso calo della temperatura fanno muovere questo fluido improvvisamente, e ciò causa dolore. Questo è il caso classico di sensibilità dei denti. 
Di solito, lo smalto dentale protegge la dentina che non è mai a contatto con l’ambiente orale, ma se esso risulta compromesso a causa di fattori erosivi, abrasivi o patologici, non sarà in grado di svolgere il proprio ruolo, e il dente non può fare altro che rispondere a stimoli esterni con il dolore. 

Sensibilità di denti e corone dentali

Se un dente è seriamente danneggiato, il nervo dentale può essere esposto al mondo esterno, e in questo caso la sensibilità del dente è garantita. Il dente stesso può fare una pressione sul nervo quando mangiamo. Questo è molto più comune con corone dentali, perché i denti naturali raramente si alterano o cambiano la loro posizione in un modo così disfunzionale da mettere pressione sui nervi.

Rimineralizzazione dello smalto dei denti

La buona notizia è che anche se si perde dello smalto di denti, non lo si perde una volta per sempre. Lo smalto contiene minerali come il fosfato di calcio ( sodio cloro e magnesio), e i problemi dello smalto sono causati dalla sua demineralizzazione, e quest’ultimo processo è reversibile. 
Ma come rimineralizzare i denti? Esistono due opzioni: una esterna, l’altra interna. Se volete ripristinare i minerali nei vostri denti in modo interno dovete mangiare molti latticini e fagioli, perché sono pieni di fluoro e magnesio, gli elementi costitutivi più importanti dello smalto dei denti. Rimineralizzazione esterna significa che si applica un gel al fluoro direttamente al dente. La matrice lo smalto dei denti verrà inpegnata con il fluoro applicato esternamente, e rimineralizzandoli la sensibilità dei denti terminerà.
L'idea migliore è quella di andare dal vostro dentista prima che il dente sensibile si rovini e abbia bisogno di trattamenti dentali più seri. I Denti sensibili sono molto più inclini a problemi dentali, così si dovrebbe farli controllare immediatamente!

Informazioni ulteriori sulla remineralizzazione in inglese
Le nostre offerte attuali

Consulenza per sostituzione dei denti a sole £60!

L'offerta é ancora valida.

 

 
Informazioni ulteriori