Curare i denti per impedire un parto prematuro

Negli ultimi anni è stata rilevata una maggiore incidenza di parti prematuri nelle donne che soffrono di problemi alle gengive durante la gravidanza. I disturbi gengivali acuti sono causati  dalle elevate concentrazioni di prostaglandine in circolo nell’organismo della donna incinta, sostanze con attività biologica pro-infiammatoria. La pulizia delle gengive e delle radici dentali prima della 35 ° settimana di gravidanza e’ importante per ridurre  tale rischio. 

Le donne incinte devono curare con maggiore attenzione la propria igiene orale per questo e’ importante andare dal dentista per un controllo. La gengivite, in particolare, può rendere lo spazzolamento dei denti fastidioso e scoraggiare la paziente ad effettuare correttamente le manovre di igiene orale. Il maggiore accumulo di placca crea un circolo vizioso a detrimento della salute gengivale. 

parto-prematuro

I controlli da fare trimestre per trimestre 

Una visita approfondita dal proprio odontoiatra prima di avere un bambino e’ fondamentale per la salute della mamma e del neonato. Una seduta di pulizia dentale (in termini medici, ablazione del tartaro o detartrasi) e’ assolutamente necessaria per escludere la presenza di processi cariogeni,  ascessi o denti del giudizio che necessitano di cure particolari. Qualsiasi trattamento, se possibile, è  meglio effettuarlo  prima di iniziare la gravidanza. Se, invece, si aspetta già un bambino, è necessario pulire accuratamente tutti i giorni i denti con uno spazzolino di media durezza, un dentifricio al fluoro e usare regolarmente il filo interdentale.

Il primo trimestre

Durante il primo trimestre  è bene effettuare una visita di controllo odontoiatrico e continuare a seguire una scrupolosa igiene del cavo orale. L’assunzione di farmaci e  le radiografie sono da evitare. Un’alimentazione equilibrata, e un integratore a base di  vitamina A, B, C, PP, Ferro, sali minerali è necessaria per evitare carenze vitaminiche, causa di eventuali malattie al tessuto parodontale.

Il secondo trimestre

Nel secondo trimestre si può eseguire la detartrasi e sottoporsi se necessario a sedute brevi per carie non troppo profonde. I medicinali possono essere assunti solo sotto prescrizione del dentista e dopo aver parlato con il proprio ginecologo.

Il terzo trimestre

Nel terzo trimestre, infine, si possono eseguire trattamenti dentali solo se strettamente necessari, per esempio in caso di dolore intenso o in caso di processi infettivi in corso. Dopo il parto e’ necessario eseguire nuovamente il controllo dal dentista e una seduta di igiene orale professionale.controllo dal dentista e una seduta di igiene orale professionale.

foto: 1.

Check up dentale + 4 siringhe di ricambio per il tuo kit di sbiancamento domiciliare adesso a sole 89£!

L'offerta è valida fino al 31 luglio 2018.

Informazioni ulteriori