Aiuto! Ho una malattia gengivale!

All’ inizio di una malattia gengivale c’e’ sempre un’infiammazione, e alla fine puo’ esserci la perdita dei denti. Quali sono i primi sintomi e cosa possiamo fare per prevenire o curare le malattie gengivali?


Un’infiammazione delle gengive non puo’ mai essere trascurata, perche’ puo’ arrivare anche a colpire l’osso della mandibola che sostiene i denti, cosi’ alla lunga puo’ causare anche la perdita dei denti. Una tale infiammazione puo’ essere provocata dai batteri annidati nella bocca, soprattutto nella placca, che e’ una pellicola appiccicosa che si forma continuamente sui denti. Se la placca non viene rimossa lavandosi i denti con spazzolino da denti e filo interdentale, e’ in grado di infettare le gengive e i denti, e in una situazione aggravata puo’ colpire anche le ossa mandibolari. Per arrestare un tale processo e’ utile andare regolarmente dal dentista per una pulizia professionale dei denti, cioe’ per una rimozione approfondita del tartaro.
 

I sintomi delle malattie gengivali

I problemi gengivali piu’ frequentemente insorgono negli adulti, ma possono verificarsi anche in altri guppi di eta’. E’ importante che vengano diagnosticati in tempo, perche’ in questo caso possono essere curati. Quali sono i segni che se si presentano, dovete recarvi dal dentista per una visita di controllo?

  • Se le vostre gengive sono gonfiate o arrossate.
  • Se le vostre gengive sanguinano quando vi lavate i denti
  • Se i vostri denti sembrano piu’ lunghi (questo e’ un segno della recessione delle gengive)
  • Se le vostre gengive sono retratte o separate dai denti ( a causa della formazione di sacche sotto il margine gengivale
  • Se i vostri denti si cominciano a spostarsi
  • Se avete l’alito cattivo continuamente

 

Gli stadi della malattia gengivali

Primo stadio: gengivite
La gengivite consiste in un’infiammazione delle gengive, generata dalla placca insediata sulle gengive. I batteri nella placca producono tossine, che promuovono le gengiviti, irritando i tessuti molli delle gengive. Quando si lavano i denti, le gengive possono sanguinare, ma le ossa non sono toccate.
In questo stadio potete curare il problema con una migliore e appropriata igiene orale quotidiana. Rivolgetevi al dentista o igienista dentale per consigli! Questo puo’ aiutarvi a limitare la formazione della placca! Se la placca e’ gia’ petrificata, cioe’ trasformata in tartaro, vi avete bisogno di andare dal dentista per una pulizia professionale, perché questo e’ l’unico modo per rimuovere il tartaro.
 
Secondo stadio: paradontiti
Se avete paradontiti, le ossa e le fibre che supportano e tengono saldi i vostri denti sono gia’ danneggiate irrimediabilmente. Succede che sotto Il margine gengivale si formano delle sacche, che catturano placca e residui del cibo.
In questo stadio vi dovete sottoporre alle cure odontoiatriche speciali. Per prevenire maggiori danni, potete chiedere al vostro dentista dei consigli per ottenere una migliore igiene orale.

Terzo stadio: Paradontite avanzata
In questo stadio le ossa e le fibre supportive sono gia’ consumate, cosi’ i denti possono spostarsi, e questo danneggia la qualita’ di masticazione e digestione.
E necessario effettuare una cura mirata, ma se questa non porta buoni, potete perdere I vostri denti.

Il consiglio piu’ importante
Le malattie gengivali non si sembrano gravi a prima vista, ma sono tra le cause piu’ frequenti della perdita precoce dei denti, cosi non trascuratene i primi segni!

Le nostre offerte attuali

 

Impianti Nobel Biocare da 5,8£ al giorno!*
*Con finanziamento a tasso zero

L'offerta é ancora valida.​

Informazioni ulteriori

Prenota un appuntamento!





Prenota un appuntamento:

×