Cosa dovete sapere e chiedere prima di una devitalizzazione

Il dentista vi ha detto che avete bisogno di una devitalizzazione, ed ora avete un po' di paura, soprattutto se non vi hanno spiegato bene ciò che un tale trattamento comporta. Potreste aver sentito dei pettegolezzi su questa cura odontoiatrica, o potreste aver cercato informazioni su internet, trovando che questa procedura ha la reputazione di essere dolorosa e generalmente spiacevole.
A dire la verità, la devitalizzazione è una procedura veramente più complicata di un' otturazione o di una pulizia professionale, ma non è "cattiva" affatto; milioni di persone subiscono questo trattamento, ed è una delle procedure più di routine di odontoiatria conservativa. Pur essendo pressocchè indolore, la devitalizzazione continua a terrorizzare la maggioranza dei pazienti.
Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla devitalizzazione, per poter prepararvi a questa procedura. Speriamo che una descrizione approfondita sia in grado di alleviare tensione o ansie generate dall’ inevitabilità di questo trattamento.
 

Devitalizzazione: un processo di più sedute

La devitalizzazione è una procedura che richiede almeno due sedute. Nella prima il dentista rimuove le parti infette della radice, e le rimpiazza con un’otturazione speciale e provvisoria, che è atta a disinfettare la polpa dentale uccidendo i batteri. Questo processo eliminerà l’ infiammazione, ma richiede un po’ di tempo di guarigione, durante il quale la cura non può proseguire. Dopo un paio di giorni in una seconda seduta il dentista controllerà che tutto sia in ordine, e se la risposta è positiva, l’otturazione provvisoria viene cambiata con un’otturazione definitiva. Poi può essere ricostruita la corona del dente, se necessario.
 

Gonfiore dopo la devitalizzazione

Dopo la procedura può risultare un certo gonfiore. Questo è molto più grande di ciò che i pazienti generalmente prevedono. Se l'area di devitalizzazione si gonfia fino a 3 o 4 volte la sua dimensione normale, ciò non è nè insolito nè un problema. Tuttavia in tal caso potrebbe essere necessario rimuovere l’otturazione temporanea e sciaquare il dente, però, anche questo è normale.
 

Dolore durante il processo della devitalizzazione

Fatta in anestesia locale, la procedura non dovrebbe causare alcun dolore. Dopo il trattamento la zona curata può risultare sensibile, ma non si deve sentire un vero dolore, solo una certa pressione. Questa procedura è spesso eseguita proprio per alleviare il dolore, e dopo aver eliminato i nervi, il dolore non si sentirà mai più.
 

Problemi residui

Le radici dei denti sono generalmente intrecciate, girando da una parte o dall’altra. Così è difficile rimuovere tutti i tessuti infetti, è per questo che si effettua l’otturazione provvisoria che dizinfetta tutta la zona toccata. Ogni tanto succede che alcuni batteri rimangono in vita, ciò rende necessaria una seconda otturazione provvisoria ed un altro periodo di guarigione fino a quando tutte le infezioni non saranno eliminate.
 

Domande da fare al dentista prima della devitalizzazione

  • La devitalizzazione è veramente necessaria?
  • Può recuperare da sé il dente in questione?
  • Qual’ è la ragione della morte del dente?
  • L'infezione del dente è diffusa al mio osso o ad altri denti?
  • Ho altre opzioni? Quali?
  • Che cosa mi può accadere se rinuncio alla devitalizzazione?
  • Sarebbe meglio saltare la devitalizzazione e cominciare ad aver un impianto dentale?
     

Le nostre offerte attuali
Informazioni ultriori sulla devitalizzazione

Invisalign® Full: sconto eccezionale, invece di £5000 ora a sole £3690!


L’offerta e’ valida fino al 31 Gennaio 2019, accettando il trattamento e depositando il 50%.

Ulteriori informazioni